Libero

Prelude2012

  • Donna
  • 49
  • Torino
Toro

Mi trovi anche qui

Bacheca8 post
Prelude2012 01 luglio

«La perfezione mi fa schifo, mi repelle. Tutte quelle donne e quegli uomini che cercano la perfezione negli stereotipi creati della società mi fanno venire il vomito. Fottuti manichini di carne, senza personalità o amore per se stessi. Stessi vestiti, stessa musica, stesse espressioni, stessi cibi, stesse scopate, stesse auto, stesse vite…e alla fine? Stessi suicidi neurali di massa. Perché vivere come un automa è senza ombra di dubbio un suicidio. Quando tutti si è uguali, tutti si è nessuno. La perfezione è un uccellino in gabbia che vive, mangia, caga e muore con il solo scopo d’essere ammirato. Io voglio vivere libero, spiumato, infreddolito, denutrito ma libero»

Charles Bukowski

Ti piace?
4

Mi descrivo

Mai nulla di splendido è stato realizzato se non da chi ha osato credere che dentro di sé ci fosse qualcosa di più grande delle circostanze.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tu alle persone potresti raccontare qualsiasi cosa, le persone conoscono solo quel che gli dici o quel che qualcuno gli dice di te. Quale sia poi davvero la verità lo si intuisce solo nel tempo, nel palcoscenico dei fenomeni fisici dell’universo. Frammenti spazio temporali che s’incastrano, gesti integri a conferma dell’integrità delle parole, mani che conservano le linee originali della vita e che non le hanno smarrite nella scartavetrata terra di interessi di comodo, menti che anche se si distraggono non perdono di vista i loro punti fermi, cuori in grado di aggiungere battiti al tuo, senza toglierti niente.
Sulle lunghe percorrenze l’uomo si rivela sempre per ciò che è, perché la strada stanca, sfinisce e si finisce così per mostrarsi senza filtri. Tuo compito è soltanto il toglierti da davanti tutto quel che ti hanno detto, guardando a modo tuo per decidere se andar via o finalmente vedere: goderti il panorama per un po’, un po’ di più o fino a bucarti gli occhi d’amore.
[Massimo Bisotti]
, , , , , , , , , , , , ,