Libero

Vi0la.20

  • Donna
  • 101
  • Viola
Capricorno

Mi trovi anche qui

Profilo BACHECA 97

Vi0la.20 più di un mese fa

 

Noi viviamo in capitali e ci sembrano provincie. Abbiamo intorno una folla di gente e ci sentiamo esclusi dalla vita dall'Universo. Siamo pieni di bovarismo dalla testa ai piedi, sempre ansiosi, nostalgici, insofferenti. L’orizzonte che abbiamo ci sembra piccolo, abbiamo la perenne sensazione di essere cascati in un punto sbagliato, e che la porzione di orizzonte che ci è toccata sia troppo esigua. Mai ci sogneremmo di scrivere  senza pubblicarci. Siamo cosi ansiosi di pubblicare ogni cosa che scriviamo. Io stessa lo faccio continuamente. Non per amore di gloria; ma sempre per la segreta speranza che qualcuno, il nostro interlocutore ideale, dalle profondità dell’universo raccolga le nostre voci e ci risponda. Pieni di pietà per noi stessi, siamo scettici e increduli per tutto quanto passa, in spoglie giornaliere e provinciali, vicino a noi.
Eppure il mondo è la fuori, al di fuori di Noi...al di fuori di Me. 

 

Ti piace?
1
Vi0la.20 più di un mese fa

 

Nell'amore c'è sempre un po' di follia. Ma nella follia c'è sempre un po' di saggezza.—  Friedrich Nietzsche

 

Ti piace?
2
Vi0la.20 più di un mese fa

 

I sogni più belli sono quelli che ti regala la vita. Così! Senza fare nulla 

Ti piace?
2
Vi0la.20 più di un mese fa

 

In un mondo che corre vorticosamente, con logiche spesso incomprensibili, il problema della lentezza si affaccia alla mente con prepotenza, come una meta del pensiero e della via da percorrere. Andare più veloci non significa conoscere più di quello che la strada offre e nessuno vuole arrivare prima alla fine della propria strada.

Più vai veloce più il tempo corre lento. 

Ti piace?
1
Vi0la.20 più di un mese fa

 

La propria destinazione non è mai un luogo, ma un nuovo modo di vedere le cose

Buon viaggio 

Ti piace?
1
Vi0la.20 più di un mese fa

 

Sognate. E sognate in grande, perché costa esattamente quanto sognare in piccolo.

Ti piace?
1
Vi0la.20 più di un mese fa

Dicono che restare sia più difficile di andare via, ma non è mica vero. Non sai quanto coraggio mi ci vuole a lasciarti andare proprio ora che vorrei soltanto tenerti per mano

 

 

Ti piace?
2
Vi0la.20 più di un mese fa

 

L’amore per la montagna, per quella dimensione di natura e rocce, sentieri e valli rigogliose, picchi sublimi e nuvole, non è un sentimento facile.

È un luogo puro, genuino, ancestrale, con una potente energia ispiratrice. Niente può liberare creatività e fantasia come l’essere in mezzo alla natura più incontaminata e sublime, ai profumi di bosco e terra bagnata, ai sentieri che si perdono tra profili acuminati.

Niente è capace di spazzare via i pensieri pesanti e negativi come l’aria pura e fresca delle alte quote, o di sollevare i macigni che si hanno sul cuore e renderli più leggeri.

La montagna insegna a superare ma anche a rispettare i propri limiti.

In montagna si impara che la fatica non è sempre una sensazione negativa, che nella vita tutto si ottiene con fatica, che non ti succederà nulla di bello e non vedrai mai un bel panorama se non cammini fin lassù. Impari che la fatica, a volte, è ciò che precede la soddisfazione e così non vedi l’ora di riprovarla.


 

Ti piace?
Vi0la.20 più di un mese fa

La vita dopo una certa età cambia.
Non si ha più voglia di drammi, di conflitti, di spiegazioni.
Si comincia una sorta di "Selezione". Si sceglie di circondarsi sempre di meno persone, spesso si comincia a scegliere il silenzio; a volte si sceglie persino l'assenza. Ci si dedica di più solo a ciò che è in pace con sé stesso. Si comincia a vedere le cose per come sono, e sempre meno di come sembrano. La parte migliore di te, cominci a preservarla solo a chi sa andare in profondità. Tante cose impari a tacere; tante cose impari a lasciar andare. Si fa una selezione tra "Utile ed inutile".
Che alla fin dei conti, tutto ciò che è inutile, non ti serve. Ci si sbarazza di tante cose: parole, persone, oggetti.
Tieni stretto a te, tutto ciò che ti rende migliore. Per il resto, impari l'arte dell'indifferenza.

 

 

Ti piace?
Vi0la.20 più di un mese fa

 

 

Che tu possa bruciare all inferno, lentamente come su di una graticola e perpetuaente come Dante scriveva, in quelle fiamme mostruose che stanno divorando il bosco e le case. Che tu sia la ferita che hai inflitto a queste colline affacciate sul mare, ferita dolente ed insanabile. Che il male fatto ti ritorni e nella tua mente malata tu ti contorca come fiamma all infinito. 

K

Ti piace?
1
, , , , , , , , , , , , ,