Libero

solitudinesparsa

  • Donna
  • 103
  • Bergamo
Bilancia

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 51 minuti fa

Profilo BACHECA 448

 

Ci sono donne che appaiono forti come la roccia.

Sono quelle che hanno imparato a farcela da sole,

perché hanno sprecato tanto del loro tempo

ad aiutare chi aveva bisogno,

ma quando erano loro ad aver bisogno

si sono trovate sole.

Il cuore si indurisce, lo sguardo diventa più duro

e i gesti e le attenzioni si restringono

in una cerchia di persone ben scelte.

Non diventano cattive,

ma imparano a prendere le distanze

da chi sa prosciugarle nell'anima

senza arricchirle mai.

 

Ti piace?
3

#poesia from Siamo foglie al vento

 

                     🌻 ...... Emozione è:

 

perdersi nell'immensità del mare e pensare che di fronte,

nell'infinità dello spazio,

ci sia una persona che provi le tue stesse emozioni;

sentire le mani rugose dei tuoi nonni

che ti regalano l'affetto e l'amore di una carezza;

vedere per la prima volta una lacrima rigare il viso di tuo padre

e non capire il perché;

chiudere gli occhi tra la gente e, percependo il battito del cuore,

capire di essere ancora vivi; 

comprendere che in certi istanti la solitudine

sia l'unico amico che possa accompagnarti;

imparare a camminare,

pensando che un giorno si possa insegnare a correre.

Molte emozioni sono nel passato,

ma è bello pensare che oggi sia il passato di domani!

Ti piace?
19

                    Nella vita

      non raccogli ciò che semini,
                   raccogli

                ciò che curi
 

 

 

Ti piace?
19

 

 

 

 

 

                                                    

Ti piace?
19

 

                                                                               🖤

 

 

 

 

 

 

Ti piace?
17

 

 

 

A volte si scrive per sè.

A volte vorresti, invece, che ti leggessero…

A volte scrivere è un invito. Come dire:

“Vieni che ti offro una tazzina di me,

una scodella d'anima mia,

un bicchiere del mio sentire”.

E allora, in quel caso,

si preparano per bene le parole.

Si mettono in infusione

nel calore delle emozioni più intense,

come bustine di tè pregiato nell'acqua bollente.

Si cerca il vestito “buono” ad ogni frase.

Si sistema la punteggiatura in modo amorevole e premuroso…

A volte le parole giocano a nascondino

e desiderano proprio essere cercate, scovate,

scoperte, apprezzate, studiate, conservate, ricordate.

E allora si lasciano lì. Sulla carta.

Come indizi. Come segni.

Come la spallina di una sottoveste scivolata giù nella penombra.

Come il lucchetto semiaperto di un diario

che non trattiene più il silenzio delle sue pagine.

Come un messaggio in codice.

Diventano una carezza languida.

Un sospiro.

Un occhiolino.

Ti piace?
17
, , , , , , , , , , , , ,