Libero

sporcaccionelatino1

  • Uomo
  • 53
  • Napoli
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 5.495

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita sporcaccionelatino1 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Anche se posso sembrare banale . Preferisco scoprirmi e scoprire lentamente , discretamente ........fino all'appagamento reciproco. Un saluto affettuoso a chi passa da queste parti , CIAO ;-) .

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Accarezzare lentamente
  2. Baciare dolcemente
  3. Assaporare completamente

Tre cose che odio

  1. Il perbenismo
  2. La fretta
  3. L' indecisione

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Città d'arte

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Trekking
    • Arte
    • Lettura

    Musica

    • Folk

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Fusion

    Libri

    • Saggi
    • Storici

    Film

    • Azione
    • Fantascienza

    Meta dei sogni

    Irlanda e Scozia, Australia e Nuova Zelanda

    Orgasmo

    Albe e tramonti si susseguono, intrecciati, avvolti in intenso, notturno e voluttuoso amplesso. Le stelle, cullate dalla discreta luce lunare, come stille infinite d'umore seminale, fanno cornice al desiderio mio di possederti, d'accarezzare la tua pelle liscia e profumata, con le mie mani piene di desiderio. Indugia, la mia calda bocca, sul tuo sottile collo, per poi scorrere e adagiarsi, soave, tra le dritte guglie del tuo seno e insinuarsi, ancora, con dolcezza, più giù, fra le tue parti misteriose e oscure. Avverto i tuoi caldi brividi di piacere e mi soffermo, ora, a contemplarti, a baciarti, a darti orgasmo... intanto, si perde il mio io, in quella immensa quiete del donare!

    Cunnilingtus

    della pelle di pesca - distesa e matura - il profumo intenso riempie la testa l'umida ferita ch'attende carezze piange lacrime di un nettare dolce bagnata del fremito di labbra nascoste che sognano il bacio della lingua che s'ama ed ogni pensiero che rattrista di gioia scuote il pube impazzito di voglia

    MIA CRUDELE AMICA

    Perché, perché, o mia crudele Amica non vi lasciate mettere l'Uccello in quella ricca e opulenta fica che nel suo genere è il perfetto bello? Vorrei essere davvero una formica per entrare quatto quatto in quel corbello: sapete, non m'importerebbe mica di restar preso nel cresputo vello. Voi fareste addolcir qualunque amaro noi tutti quanti ripetia in coro: Voi siete qualche cosa di ben raro Portate di bellezze un gran tesoro via, via, prendere un pugno di denaro e lasciatemi entrar nel vostro foro. di Gabriele D'Annunzio
    , , , , , , , , , , , , ,