Libero

viaggiatorenotturno

  • Uomo
  • 61
  • roma
Toro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 4 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 34.643
Bacheca2 post
viaggiatorenotturno più di un mese fa

Suggestioni di una estate passata

 

 

Ti piace?
5

Mi descrivo

Come dice il nick sono un viaggiatore nella notte, alla ricerca di qualcosa, di una luce, di un cenno, di un sorriso. O forse solo dello stimolo per continuare il viaggio verso una nuova meta, sconosciuta. Il senso del viaggio non è la meta ma il cammino che si percorre. Se vuoi possiamo provare a camminare insieme

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. sorrisi
  2. persone
  3. musica

Tre cose che odio

  1. presunzione
  2. arroganza
  3. menefreghismo

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Crociera
  • Passioni

    • Musica
    • Tecnologia
    • Fotografia

    Musica

    • Blues
    • Rock

    Cucina

    • Fusion

    Meta dei sogni

    India, Sud America

    Film preferito

    il favoloso mondo di Amelie

    L'incontro 1) parte

    Si erano dati appuntamento verso le 16. Lui era uscito presto dall’ufficio, i kilometri da fare per arrivare erano tanti. Dal centro della città alla cittadina vicino al mare, quasi un’ora sulla sua vespa, doveva partire per tempo. Ci pensava dalla mattina ma verso l’ora di pranzo il pensiero si era fatto intenso, non riusciva a pensare ad altro. Mangiò poco, giusto un pezzo di pizza. Si chiedeva come sarebbe stato l’incontro, si immaginava un po tutto e ma non riusciva a focalizzarlo bene. Riguardò ancora una volta la strada da fare: si attraversare il centro, muovendo verso sud. Poi la lunga super strada poi via a destra. Parti per tempo, non voleva certo fare tardi. Lungo la strada pensava a come sarebbe stato il primo momento, cosa avrebbe detto, a come si sarebbe vestita lei. Passando su una larga piazza vide un chiosco di fioraio, pensò di prenderle dei fiori. Poi piu che l’idea di doverli portare in vespa lo scoraggiò l’idea che poi per lei sarebbe stata una cosa difficile da portare a casa. Vabbe magari un’altra volta, anche se un po gli dispiacque. Proseguiva il viaggio lungo strade ancora conosciute fino al bordo della città, che lasciò dietro di se dopo qualche minuto. Il traffico si faceva più veloce, la vespa aveva preso il ritmo, non certo veloce ma sicuro.

    Arrivò per tempo, parcheggiò lo scooter e cercò la sua macchina: sapeva che macchina era, blu scuro, un modello vecchio. Lei era dentro, abitava li vicino ed era gia arrivata. Avvicinandosi alla macchina dal davanti, lei lo vide e scese. Si riconobbero facilmente. Erano proprio loro, come si erano immaginati, descritti. Lei indossava un abito giallo a pois, era magra, il seno piccolo che gonfiava appena il vestito, i fianchi stretti, i capelli lunghi e neri. Lui aveva indossato il suo cappello, si salutarono un po imbarazzati: era la prima volta dal vivo. Entrarono in un bar li vicino e si sedettero al tavolino e incominciarono a parlare…

    Continua…. ?

     

     

    Treno

    Un viaggio verso lontane mete?

     

    Il mio blog

    Ormai è tanto che non scrivo più qui Vieni a trovarmi sul mio blog dove continuo a scrivere di me e di ciò che gira nell'aria della notte

    Le persone speciali

    Le persone speciali entrano in silenzio nel cuore
    Si fanno largo senza clamore nell’anima
    Rimangono vicine in ogni situazione
    Anche se non le senti sai che ci sono
    Le loro parole ti arricchiscono sempre
    Anche al buio ti sanno guardare
    Anche distanti ti sanno ascoltare
    Le persone speciali non ti abbandonano mai

    In ognuno che incontri

    Qualunue sia il tuo viaggio
    fuori o dentro di te
    non scordare mai di guardare gli occhi di chi incontri
    e non dimenticare mai il suo nome
    perchè in ognuno di quelli che incontri
    troverai un pezzetto di verità
    e ognuno scriverà, insieme a te,
    un verso della tua vita

    KISS

    TU non hai bisogno di essere bella
    Per farmi girare
    TU non hai bisogno di essere ricca
    Per essere la mia donna
    TU non hai bisogno di parlare male
    Se mi vuoi impressionare
    TU non hai bisogno di essere alla moda
    Per essere la mia donna
    Non c’è una cosa particolare che mi impressiona di più
    C’è solo il tuo modo unico di essere te stessa

    Chi passa di qui

    Utenti connessi

    C

    var sc_project=12084336; var sc_invisible=1; var sc_security="a7c9e3a4"; var sc_https=1;
    Web Analytics
    , , , , , , , , , , , , ,